• Occhio, vi tengo d’occhio!
    A cura di Silvio Foini
  • 21.11.14
    A pediatri, tra i quali due primari e a 5 informatori scientifici accusati di corruzione, i carabinieri dei Nas hanno comunicato le ordinanze di custodia cautelare agli arresti domiciliari. 

    Toscana, Lombardia, Marche e Liguria, queste le regioni in cui avveniva la vile corruttela dei sanitari in questione che, pur di favorire alcune aziende produttrici di latte in polvere e naturalmente ricevere da queste regali d’ogni tipo, inducevano mamme che stavano allattando al seno i neonati a sospendere l’allattamento naturale per usare latte artificiale. Accusa certamente infamante soprattutto per coloro che dovrebbero essere ligi al giuramento di Ippocrate. Quindi, diciotto arresti per corruzione. Oltre a ben 12 pediatri, tra i quali, si noti, due primari, ci sono un dirigente d’azienda e cinque informatori scientifici. Non è certamente il primo caso di questa che possiamo ben definire malasanità e truffa nei confronti dei cittadini. Undici dei dodici medici arrestati sono toscani (otto di Pisa, uno di Livorno, uno di Empoli e uno di Piombino) e tutti pediatri. Fa specie la categoria di questi che dovrebbe sapere come il latte materno sia un eccellente protettore dalle malattie ma, per denaro l’hanno ignorato.

    Ora, in questa Italia che langue sotto la morsa atroce di una crisi che nessuno sembra in grado di arginare, leggere di queste notizie fa rivoltare lo stomaco. Mai possibile che alcuni, privilegiati o per professione o per ceto sociale, non ne abbiano mai abbastanza? Cosa stanno cercando di fare? Procacciarsi grandi scorte di denaro per quando ci sarà il tracollo finale? Vergogna!

    Sono presenti 0 commenti

    Inserisci un commento



    ___________________________________________________________________________________________
    Testata giornalistica iscritta al n. 5/11 del Registro della Stampa del Tribunale di Pisa
    Proprietario ed Editore: Fabio Gioffrè
    Sede della Direzione: via Socci 15, Pisa