• Occhio, vi tengo d’occhio!
    A cura di Silvio Foini
  • 24.6.14
    E’finita presto l’avventura mundial della squadra italiana. Fuori! Tutti a casa! Mi ricorda un pochino quell’otto settembre della disfatta. Bravo l’Uruguay che ce l’ha messa tutta al contrario dei nostri eroi, Balotelli il mitico, in primis. 

    Peccato davvero ma non gettiamo la croce su nessuno: le “sole” sono e restano “sole”o, se volete, ogni botte dà il vino che ha. Dove sono finiti i nipotini di tutti quei meravigliosi “figli di Bearzot” quelli della nota e ritmica canzone “Da da da mundial” che avevamo cantato in quelle mitiche notti estive spagnole, quelle in cui il Presidente agitava gioioso la sua pipa? Lontani e dolci ricordi. L’Italia di allora era un’altra cosa e non solo calcisticamente parlando .

    Bene, allora coda tra le zampe, tutti sull’aereo e torniamo alle dispute nostrane, quelle in cui siamo maestri. I nostri pallonari miliardari andranno a leccarsi le ferite brucianti nelle loro splendide ville sparse per i mari con le loro signore o signorine a seconda dei casi e torneranno baldanzosi ad affacciarsi sul prossimo campionato di calcio. Noi delusi, riprenderemo a sognare… “E’ cichito Dino Zoff, Tardellito el matador, con Pablito el goleador… son tutti figli di Bearzot. Ma questi qui, di chi son figli? Prandelli ed Abete si sono dimessi dai rispettivi incarichi. Tutti poveri orfanelli adesso!

    Sono presenti 2 commenti

    Anonimo ha detto...

    Non è che mi importi tanto , ma se l'Italia avesse vinto sarebbe stato meglio!!! Certo è che i nuovi "campioni" non sono all'altezza di un mondiale , sono campioni solo nello stipendio milionario , e , questo mi brucia un po'. Andiamo avanti con le nostre croci che non sarebbero scomparse neppure se avesse vinto. Buona giornata ...

    Anonimo ha detto...

    Siam messi davvero maluccio cari miei!!!!!!!
    Luca

    Inserisci un commento



    ___________________________________________________________________________________________
    Testata giornalistica iscritta al n. 5/11 del Registro della Stampa del Tribunale di Pisa
    Proprietario ed Editore: Fabio Gioffrè
    Sede della Direzione: via Socci 15, Pisa