• Occhio, vi tengo d’occhio!
    A cura di Silvio Foini
  • 9.6.13
    Schifezze a go go in alcuni ristoranti visitati dai NAS

    Maggio maleodorante per gli uomini dei Nas alla ricerca di derrate alimentari mal conservate in alcuni ristoranti romani, dove sono state scovate la bellezza (mi si passi l’eufemismo) di trenta tonnellate di cibi avariati: blatte, ragni e altre specie di insetti che farebbero la gioia di un entomologo e muffe in ambienti non idonei alla conservazione facevano compagnia a ciò che poi veniva servito in tavola ai clienti, a rischio quindi di intossicazione alimentare. Il bello è che i ristoranti in questione, assieme a vari bar, sono in tutto oltre un centinaio! E a questo numero vanno aggiunti purtroppo anche dei panifici, e questo è grave dato che il pane lo mangiano tutti senza andare al ristorante: intossicazione alimentare casalinga fai da te, si potrebbe dire.

    Otto persone sono state denunciate per detenzione (e spaccio, aggiungo io!) di alimenti invasi da ogni varietà di insetti e parassiti forieri di gravi danni all’organismo umano, oltre che frode in commercio, che prevede una condanna a due anni o una supermulta fino a quarantaseimila euro.

    Non sono sfuggiti all’ispezione dei Carabinieri del Nas nemmeno altri esercizi commerciali stranieri di alimenti etnici (rumeni e pakistani). Non parliamo poi dei soliti ristoranti cinesi, in cui sono stati rinvenuti in due depositi cibi a diretto contatto con i pavimenti unti e bisunti e con aggiunta di mozziconi di sigarette, escrementi di topi ed altre belle sozzerie… e il cibo veniva poi “spacciato” per fresco.

    Ahò, Roma capoccia, dove son finiti i tuoi bei ristorantini fettuccine e vino dei Castelli dove, ricordo, una volta si mangiava come il Signore comandava? Ah, è vero, c’è la crisi... quindi nun fate gli schizzinosi e accontetateve de magnà quer che passa er convento… e sperate che armeno questo duri!

    Sono presenti 6 commenti

    Anonimo ha detto...

    l'HO SEMPRE DETTO CHE MEGLIO CHE A CASA PROPRIA NON SI MANGIA! IN GIRO TI PROPINANO SCHIFENZE.
    lINO

    Anonimo ha detto...

    Ogni giorno qualche notizia ci ricorda dove viviamo. Truffe a più non posso. Che povero paese!
    Giulia G.

    Anonimo ha detto...

    I Nas dovrebbero controllare spesso le attività commerciali e scovare quegli avvelenatori di gente per bene che poi manco ti rilasciano lo scontrino dato che si mascherano sotto la definizione di "ristoranti culturali" Sapete che nella pizza ai 4 formaggi, per esempio, finiscono le croste avanzate nei piatti che i signori mica gettano nella spazzatura? Andate a vedere!!!
    Marco

    Anonimo ha detto...

    Per mia fortuna non vivo a Roma quindi non ho l'opportunità di andare in questi invitanti"siti"e nemmeno sono frequentatrice di ristoranti cinesi...quanto al pane poi me lo faccio in casa e..che buono! Merj

    Anonimo ha detto...

    Ben detto commentatrice Merj. La pensiamo allo stesso modo.
    Infinity

    Anonimo ha detto...

    Mi é capitato di andare a mangiare in un ristorante cinese: ho vomitato dopo aver mangiato un piatto di carne. Ho saputo dopo che era di cane!!!!!!!!!
    Schifosi!
    Luciano M.

    Inserisci un commento



    ___________________________________________________________________________________________
    Testata giornalistica iscritta al n. 5/11 del Registro della Stampa del Tribunale di Pisa
    Proprietario ed Editore: Fabio Gioffrè
    Sede della Direzione: via Socci 15, Pisa