• Occhio, vi tengo d’occhio!
    A cura di Silvio Foini
  • 14.6.13
    Cari furbetti e furbacchioni, la pacchia sta per finire…

    Il riccometro: strano sostantivo di antica memoria per i non più giovani, era l’asta graduata che Paperon de’ Paperoni infilava nella sua montagna di dollari d’oro per valutarne l’altezza e quindi l’ammontare. Ora il riccometro lo userà il governo, tanto per tenere d’occhio le nostre “magre” ricchezze, eccezion fatta per i furbacchioni che piangendo miseria nuotano nell’oro e, credetemi, non son pochini! Ben venga, era ora! Stavolta niente critiche: il riccometro sostituirà la vecchia Isee tenendo comunque conto non solo del reddito imponibile (quello dichiarato nel 730 o nell'Unico) ma anche degli immobili, dei titoli, delle azioni e dei risparmi.

    Ma cos’era l’Isee? Forse non è una sigla nota a tutti, quindi vediamo se possiamo chiarirlo: l’ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) è un indicatore che consente ai cittadini di accedere, a condizioni agevolate, alle prestazioni sociali o ai servizi di pubblica utilità, ed è determinato in base ai parametri del decreto legislativo n. 109 del 31 marzo 1998 e successive modificazioni e integrazioni.

    Diverse sono le novità del nuovo strumento, che prevede il conteggio anche degli assegni per i figli, delle pensioni di invalidità, delle borse di studio e anche dei risparmi, che siano o meno depositati in banca. Quindi attenzione, cari Paperoni o similari: non è più praticabile il giochetto di ritirare i soldoni dai conti correnti e compilare l’Isee dichiarandosi nullatenenti per poi correre a depositarli in un’altra banca, dato che ci saranno approfonditi controlli che diranno se chi abbia dichiarato zero sia davvero con le toppe al deretano…

    Varierà anche il modo con cui verranno calcolate le detrazioni per i figli, che saranno più importanti a partire del terzo rampollo, agevolando così le famiglie numerose. Ci sarà riguardo anche verso i disabili, i cui sgravi fiscali saranno direttamente proporzionati al grado dell’handicap.

    Pure se si paga un affitto fino a settemila euro vedremo diminuire l’ago dell’indicatore di ricchezza. Cosa anche questa sacrosanta!

    Quindi, cari evasori (cari dato che costate parecchio agli onesti) state in campana, e una tantum dichiarate almeno quanto state bene… e spesso alla faccia nostra!

    Sono presenti 5 commenti

    Anonimo ha detto...

    Speriamo che serva a stanare i cittadini incivili che ricchi, non sentono la crisi. In galera gli evasori!
    Marco

    Anonimo ha detto...

    nn servirà a niente. Sono tutti corrotti!

    Anonimo ha detto...

    Rimango sempre molto colpita dal tuo modo di esprimerti e , in questo articolo , a spiegare con chiarezza un documento che i miei figli compilano ogni anno ( ma io non capivo tanto)Ben venga il nuovo strumento , li staneranno tutti quei furbi (meschini). Merj

    Anonimo ha detto...

    Sarà speranza di tutti poterli chiamare per nome e vederli alla gogna!
    Pratonero. Ciao

    Anonimo ha detto...

    Sarà un "ulteriore" riccometro per i soliti noti. So che non sto dicendo nulla di nuovo, ma sono noti a tutti coloro che continuano ad arricchirsi ostentando i loro "possedimenti" mentre i "soliti" subiscono l'umiliazione di essere onesti. Giusy

    Inserisci un commento



    ___________________________________________________________________________________________
    Testata giornalistica iscritta al n. 5/11 del Registro della Stampa del Tribunale di Pisa
    Proprietario ed Editore: Fabio Gioffrè
    Sede della Direzione: via Socci 15, Pisa