• Occhio, vi tengo d’occhio!
    A cura di Silvio Foini
  • 18.2.13
    Ieri sera mi sono addormentato e mi sono ritrovato in un sogno: Beppe Grillo aveva vinto le elezioni!

    Aprivo la finestra: non era il solito panorama! I palazzoni che ostruivano l’orizzonte erano spariti come per magia, il cielo si mostrava in tutto il suo splendido azzurro e le montagne innevate scintillavano al sole. Ero frastornato al pari di Alice nel paese delle meraviglie. Accendevo la tv e vedevo Rosy Bindi bella, paffuta, rilassata, con il grembiulino e la cuffietta di trine seduta accanto all’amato Silvio intenta ad imboccarlo che diceva: “Forza piccino, mangia che diventi grande!”. Facevano vedere Fini e Maroni passeggiare a braccetto sul viale del tramonto che se la ridevano un mondo e poi incontravano Bossi: tutti insieme intonavano le “osterie” di militar ricordo e c’era gente che li seguiva rispondendo “Para ponzi ponzi pa”.

    La Pro Patria di Busto Arsizio aveva vinto la Champions League grazie ai trenta gol che aveva segnato Boateng, il suo ultimo acquisto osannato dai leghisti della zona... Il presidente della Repubblica, l’amorevole Oscar Mannino, pardon, l’onorevole O. Mannino, aveva dato l’incarico di formare il nuovo governo al vecchio Scajola che aveva garantito a tutti una casa ai Parioli a patto che nessuno chiedesse chi gliela aveva regalata. Ignazio La Russa, dal canto suo, aveva avuto l’incarico del nuovo ministero della Pace a condizione che non si relazionasse più con suo cugino primo, il vecchio Belzebù, comunque perdonato dei suoi peccatucci da Padre Eterno che finalmente si poteva rilassare un momentino dopo l’eternità...

    Un servizio della Gabbanelli mostrava Prodi intento a cancellare la faccia della Merkel dalle monete di un euro a colpi di martello, dato che con la falce non vi era riuscito, mentre Casini, a passeggio sul lungomare tenendo per mano Vendola, mostrava larghi sorrisi e prometteva fede eterna al nuovo amico... In uno spot ecologico era ripreso Bersani con in mano un bottiglione di trielina intento a smacchiare la statua di Beppe Garibaldi dalle stupidaggine dei writers... aveva finalmente lasciato perdere i giaguari...

    Che fosse la “Pacem in terris”? Lungo le vie cittadine, seduti agli angoli, v’erano i banchieri vestiti di sacco con uno spago alla cintola che chiedevano elemosina agli ex poveri e questi davano loro delle monetine...

    Poi, ahimè era suonata la sveglia delle sette. Mi sono risvegliato, ho acceso la tv ed ecco... Berlusconi col suo bel faccione soddisfatto che prometteva di toglier l’IMU, il Papa che stufo di fare il papa in questo mondo balordo si ritirava a vita privata, un ministro dell’economia che aveva appena appeso un’altra gabella sulle nostre stanche spalle... Il sogno era svanito: riecco l’incubo!

    Sono presenti 7 commenti

    Anonimo ha detto...

    Purtroppo i sogni svaniscono all'alba. Vedremo come sarà quella del giorno 26!

    Anonimo ha detto...

    A volte i sogni si avverano. Se ci diamo da fare qualcosa cambierà, prima o poi!
    F.

    Anonimo ha detto...

    Prima o poi. Vero. ma se il poi fosse peggiore di ora? Torniamo a votare...Siamo ormai alla Grecia e non ci rendiamo conto. Sapete di come sono messi in Grecia? Non ne parlano perché hanno paura!

    Anonimo ha detto...

    Vorrei trovare parole nuove per dirti quanto sei bravo , ma la mia mente non è ricca come la tua, quindi per l'ennesima volta ti dico che sei bravissimo!!Ma veniamo alla "fiaba": abituati a sentire ogni giorno urla e insulti, forse in un mondo come quello del fantastico tuo sogno ci sentiremmo un tantino smarriti!!Meglio sarebbe sognare cose che potrebbero succedere davvero il giorno dopo!! Tutti aspettiamo che qualcosa cambi, e , prima o poi qualcosa cambierà ! Merj

    Anonimo ha detto...

    GRILLO!!! Lui sarà la bella novità. Tutti a casa questi fannulloni. Compreso Berluscaz!

    Anonimo ha detto...

    ...bello, ci troveremo tutti in un burrone e tu sarai contento

    Anonimo ha detto...

    Nel burrone ci hanno portato gli altri mascalzoni caro signore del commento precedente. Ora forse con Grillo potremmo venirne fuori. Se lo auguri o prima o poi anche lei morrà di fame come noi pensionati da 495 euro al mese.

    Inserisci un commento



    ___________________________________________________________________________________________
    Testata giornalistica iscritta al n. 5/11 del Registro della Stampa del Tribunale di Pisa
    Proprietario ed Editore: Fabio Gioffrè
    Sede della Direzione: via Socci 15, Pisa