• Occhio, vi tengo d’occhio!
    A cura di Silvio Foini
  • 31.1.13
    Così dicea lo sommo Dante e ribadì il Foini: “Non sai mai do metti allo sicuro i tuoi soldini!”

    Tanto gentile e tanto onesto pare
    lo buon banchier quand’ello altrui saluta
    ch'ogne lingua deven, tremando, muta,
    mentre lo conto tuo prende a volare!
    Ello si va, sentendosi laudare,
    benignamente sempre ben vestuto,
    e par che sia cosa venuta
    da Siena in terra a miracol mostrare.

    Mostrasi sì tremenda a chi la mira
    che Monte Paschi fa crepare il core,
    che 'ntender no la può chi no la prova;
    e par che de sua cassaforte si mova
    un gran fregatura di queste ore,
    che va dicendo a l'anima: Sospira.
    I tuoi soldin fregati sono, mio signore!

    Sono presenti 4 commenti

    Anonimo ha detto...

    Ho dovuto leggere due volte questa lirica antica che sì ben descrive l'era moderna per capire quanto belli fossero i tempi andati quando non c'eran cervelloni messi lì ad arte a vegliar sui conti altrui per renderli sottili un po' per di , ma si potea dir"tanto gentil e tanto onesta pare".Come sempre bravissimo per le tue conoscenze e le tue grandi doti letterarie.Marj

    Anonimo ha detto...

    Decisamente carino. Perfetto stile foiniano. Godibile e vero!

    Anonimo ha detto...

    Carino veramente. Fatelo leggere ai signori e che si vergognino. Turlupinare gli onesti é facile dato che difficilmente sono maliziosi... ma poi arriva sempre la resa dei conti. Oggi si tenta di insabbiare il disastro per motivi elettorali ma non dimentichiamo. Abbiamo forse la memoria corta ma quando poi non se ne può più...

    Anonimo ha detto...

    Chissà se andranno in galera. Uno che ha rubato del grana padano data la fame, in un supermercato ci é finito. E i banchieri farabutti? Vedrete che ne usciranno candidi come la neve. Che Italia!

    Inserisci un commento



    ___________________________________________________________________________________________
    Testata giornalistica iscritta al n. 5/11 del Registro della Stampa del Tribunale di Pisa
    Proprietario ed Editore: Fabio Gioffrè
    Sede della Direzione: via Socci 15, Pisa