• Occhio, vi tengo d’occhio!
    A cura di Silvio Foini
  • 30.1.13
    Secondo Antonio Rizzo, ex funzionario della banca d'affari tedesca sentito il 13 ottobre 2008 dai pm di Milano, la "commissione" per fare affari con il Monte dei Paschi era del 5% e doveva essere corrisposta a Baldassarri e Pontone

    Truffa nei confronti degli azionisti del Montepaschi: questo il nuovo reato contestato all'ex presidente della Banca senese ed ex presidente dell'Abi, Giuseppe Mussari, ed agli altri vertici dell'istituto di credito coinvolti nell'inchiesta (oltre una decina gli indagati) sull'acquisto della Antonveneta e di titoli tossici che hanno dissanguato la banca. “La banda del 5%”: così erano ormai noti il capo della Finanza del Monte dei Paschi di Siena, Gianluca Baldassarri, e Matteo Pontone, responsabile della filiale londinese, dato che per ogni operazione si cuccavano un bel 5%. Ora l’inchiesta è arrivata sul tavolo del procuratore di Siena Tito Salerno, che parla di situazione incandescente ed esplosiva, trattandosi del terzo gruppo bancario italiano.

    E ne ha ben ragione. La situazione è aberrante da tutti i punti di vista. Tra parentesi, ai due galantuomini non sarebbe spettata commissione alcuna, come si evince dalle carte che ognuno può leggere. Diciamo che somigliava più una forca caudina sotto cui dover passare per fare affari con MPS. Molto edificante…

    Cosa non farebbe certa gente per i soldi! E sì che i due furbacchioni percepiscono stipendi inimmaginabili per un comune mortale. Ora poi con la campagna elettorale in corso, ogni argomento vien buono per addossare colpe a chi forse non ne ha. Dico forse perché la mano sul fuoco non la metto per nessuno, visti i tempi che corrono. Bruciarsela è un attimo…

    Sono presenti 6 commenti

    Anonimo ha detto...

    che figli di buona mamma! Ai lavori sociali per trenta anni!

    Anonimo ha detto...

    Io sono favorevole al ripristino del carcere durissimo... Ad majora, Silvietto!

    Anonimo ha detto...

    Più che un commento al tema trattato, mi sembra di scorgere un pretesto per esprimere un "qualcosa "che può sembrare più che una lode al giornalista!!

    Anonimo ha detto...

    Non ho espresso qualcosa di più che un commento. Se poi a me questo giornalista piace perché é uno dei migliori non vedo cosa ci sia da stupirsi.
    Pochi hanno la sua arguzia e finezza nel presentare argomenti seri capaci di strappare un sorriso di compatimento verso chi le combina belle.

    Anonimo ha detto...

    Ormai abbiamo capito che rubano tutti in ogni campo , non per questo la cosa diventa meno grave ,si spera sempre che i politici pensino a fare leggi che tutelino interessi dei cittadini , e dello stato, ma in questo momento ci sono solo veleni che confondono gli elettori .

    Anonimo ha detto...

    Hai ragione. La confusione regna sovrana. Tutti hanno ragione, probabilmente anche i ladri che si professano innocenti. Davvero in questo marasma io non so più per chi votare. Visto i magistrati come si trattano fra loro? Ma chi saranno mai questi che vogliano governarci se non degli scalmanati a caccia di poltrone su cui sedersi e fare come i predecessori?
    Presentiamoci tutti noi e mandiamoli a casa tutti.
    Francesco

    Inserisci un commento



    ___________________________________________________________________________________________
    Testata giornalistica iscritta al n. 5/11 del Registro della Stampa del Tribunale di Pisa
    Proprietario ed Editore: Fabio Gioffrè
    Sede della Direzione: via Socci 15, Pisa